La famiglia Mirabella sembra una versione contemporanea del circo d’altri tempi, ma la sua vera origine sta nel teatro di strada del xx secolo. Energia, giocoleria, mimo, equilibrismi, danza, teatro, musica: ecco le componenti di questo evento unico.

In piazza, là dove fino ad un attimo prima non c’era nulla, compaiono improvvisamente una bici olandese a tre ruote, monocicli di diverse misure, birilli, palline, musica e cinque personaggi dai vestiti sgargianti, cappelli e gilet: sono Edoardo Mirabella, Elisabetta Cavana e i loro figli,Martin, Matilde e Mael.
Il ritmo ska della musica trascina la folla verso quel nucleo speciale, il pubblico si dispone pian piano attorno a loro, grandi e piccini delimitano un palcoscenico del colore del selciato. Si apre il sipario davanti agli occhi del pubblico… Lo spettacolo ha inizio! Equilibrismi mozzafiato su rola bola, con tanto di hulla hop e giocoleria, poi la danza che irrompe come un turbine di allegria, seguita da tante acrobazie e dai sorrisi dei bambini, che spesso evolvono in intrattenibili risate.

Ma è il momento di lasciare a bocca aperta anche il pubblico più esigente per strappare a tutti un fragoroso, incontenibile applauso. Come una partitura di musica, andante ma non troppo, lo spettacolo giunge al finale, su monocicli e monocicli- giraffa. I volti della gente si sollevano e gli sguardi rapiti guardano attenti il passing a due metri d’altezza. Lo spettacolo lascia senza fiato. È un’ora di visual comedy, teatro di strada e coinvolgimento, dove virtuosismo e umanità si fondono in un’inimitabile e unica atmosfera.
Spettacolo della durata di 45/60 minuti.

Recentemente lo spettacolo La Famiglia Mirabella ha vinto il Premio Takimiri nel 2011 a Monte San Giusto (MC) ed Edoardo Mirabella è nel cast 2012 di Colorado (Italia 1) con il personaggio Eddy dal Sick Du Soleil.